doccia bagno

Ristrutturazione bagno: trasforma il tuo spazio

Dopo aver parlato dell’arredo zona notte in questo nuovo articolo ci soffermiamo sulla ristrutturazione bagno. Non lasciatevi ingannare dal suo aspetto funzionale, perché la ristrutturazione di un bagno può trasformarlo da una semplice stanza di servizio a un autentico santuario di relax.

Pronti a esplorare il potenziale nascosto del vostro spazio?

Ristrutturazione bagno: introduzione alle origini 

Il bagno, insieme alla cucina, ha subito un cambiamento radicale negli ultimi due decenni. Questo spazio domestico si è trasformato, passando da essere un mero luogo di igiene a diventare un ambiente in cui prendersi cura di sé. Se guardiamo indietro nel tempo, non troppo lontano, ricorderemo le ‘turche’ sui ballatoi, simbolo di una concezione del bagno molto diversa da quella attuale. La vasca da bagno, un tempo considerata un lusso riservato a pochi, è oggi un elemento quasi imprescindibile in molti bagni.

Ristrutturazione bagno
Ristrutturazione bagno – Appartamento con vista Lago di Como


Negli ultimi 40 anni, la percezione del bagno è profondamente mutata. Non è più solo uno ‘spazio per lavarsi’, ma piuttosto uno spazio per ‘coccolarsi’. Il bagno è diventato un luogo di comfort e relax, un rifugio personale dove ci si può ritirare per rigenerarsi e rilassarsi dopo una lunga giornata. La trasformazione del bagno riflette un cambiamento più ampio nella nostra comprensione del benessere domestico.

Oggi, valorizziamo gli spazi che non solo rispondono alle nostre esigenze funzionali, ma contribuiscono anche al nostro benessere emotivo e psicologico. E il bagno, con la sua evoluzione da luogo di pura funzionalità a oasi di benessere, ne è un perfetto esempio.

Ristrutturazione bagno: evoluzione e cambiamenti 

Nel corso degli anni, abbiamo assistito a diversi cambiamenti nell’ambito della progettazione e ristrutturazione del bagno. Questi si possono suddividere in quattro categorie principali:

Estetica: l’evoluzione dei materiali ha portato alla scoperta di soluzioni più tecniche e versatili. Ad oggi, le piastrelle sono disponibili in dimensioni diverse, offrendo la possibilità di decorare e rivestire le pareti con nuovi materiali come il gres, le resine e le carte da parati.


Abitudini: il ritmo frenetico della vita moderna ha modificato le nostre abitudini in bagno. La doccia ha sostituito la vasca da bagno per l’uso quotidiano, a causa della sua praticità e velocità d’uso. Tuttavia, la vasca rimane un luogo di relax per il fine settimana, spesso posizionata nella camera da letto per creare un’atmosfera più intima e rilassante.


Funzionalità
: i costruttori immobiliari tendono a destinare spazi sempre più piccoli ai bagni. Di conseguenza, questi ambienti devono essere organizzati e integrati in modo intelligente per garantire la massima funzionalità.


Nuovi Spazi
: si sta diffondendo l’introduzione del bagno per ospiti, un ambiente separato dotato di lavabo e WC, pensato per gli ospiti occasionali. Questa soluzione permette di mantenere riservato l’uso del bagno principale, evitando intrusioni indesiderate.

Ristrutturare il bagno  coinvolge molte figure artigianali

Ristrutturazione bagno
Illuminazione bagno – Specchio e lavabi

La ristrutturazione bagno è un processo complesso che coinvolge diverse figure professionali, ciascuna con un ruolo specifico:

  • Impresa edile/muratore: questa figura è fondamentale per la demolizione delle strutture esistenti come sanitari, rubinetterie, piastrelle e altri elementi preesistenti.
  • Idraulico: si occupa dell’installazione e della manutenzione dell’impianto idrico-sanitario e del riscaldamento, garantendo il corretto funzionamento di tutti gli elementi correlati.
  • Elettricista: questo professionista è responsabile dell’inserimento di nuovi punti luce e dell’adeguamento dell’impianto elettrico alle nuove esigenze.
  • Cartongessista: questa figura può essere necessaria per costruire eventuali abbassamenti totali o parziali del soffitto, creando nuovi spazi e migliorando l’acustica dell’ambiente.
  • Imbianchino: si occupa della finitura delle parti verniciabili come il soffitto, le pareti e altre superfici, contribuendo all’estetica finale dell’ambiente.
  • Fornitore di rubinetterie e sanitari: questo professionista fornisce tutti gli elementi necessari per il bagno, dal lavabo alla doccia, inclusi eventuali scaldasalviette.
  • Mobiliere: fornisce i mobili e gli accessori per il bagno, contribuendo a definire lo stile e la funzionalità dell’ambiente.

Ognuna di queste figure svolge un ruolo cruciale nel processo di ristrutturazione bagno. Tuttavia, è fondamentale che queste competenze vengano integrate e coordinate tra loro per garantire un risultato finale di alta qualità, eseguito in maniera efficiente e tempestiva.

Soluzioni?

Impresa integrata: potete scegliere un’impresa che fornisce le prime tre figure professionali menzionate (impresa edile/muratore, idraulico, elettricista). Tuttavia, sarà necessario recarvi in un negozio di arredo bagno per valutare i diversi prodotti necessari, come piastrelle, rubinetterie e sanitari. In questo caso, sarete nelle mani del primo venditore che incontrate, il cui principale interesse potrebbe essere quello di vendervi prodotti senza fornirvi un’ampia gamma di alternative.

Ristrutturazione bagno
Design bagno

Affidarsi a un architetto: questa soluzione è più completa. L’architetto inizia con lo studio progettuale, esplorando diverse soluzioni possibili per il vostro bagno. Una volta scelta la distribuzione ideale, utilizza la sua esperienza per coordinare tutti gli elementi del progetto, garantendo un design coerente per forme e colori. La differenza sostanziale rispetto alla prima opzione risiede nella capacità dell’architetto di organizzare e integrare le diverse lavorazioni. Inoltre, una ristrutturazione ben pianificata e gestita può ridurre al minimo i disagi per la famiglia e accelerare i tempi di realizzazione, un elemento fondamentale quando si vive nell’appartamento durante i lavori.

In conclusione, mentre entrambe le soluzioni possono essere valide, l’affidarsi a un architetto può offrire una visione più ampia e una gestione più efficiente del progetto di ristrutturazione del bagno.


Se ogni pezzo è perfetto la stanza diventa un museo senza vita.

Nancy Lancaster

Gli esperti dello Studio Angelo Pozzoli Architetto rispondono


Quando si decide tra una ristrutturazione completa o un restyling, bisogna considerare vari fattori come il budget, l’età e la condizione attuale del bagno, e le esigenze specifiche. Se il bagno è vecchio o presenta problemi strutturali, una ristrutturazione completa potrebbe essere necessaria. Al contrario, se le condizioni generali sono buone e si desidera semplicemente aggiornare l’estetica, un restyling potrebbe essere sufficiente.

Un bagno ben progettato e ristrutturato può aumentare notevolmente il valore di una proprietà. Non solo migliora l’estetica generale dell’abitazione, ma può anche risolvere eventuali problemi strutturali o di funzionalità, rendendo la proprietà più attraente per potenziali acquirenti o inquilini.
Alcune delle tendenze attuali includono l’uso di materiali sostenibili, l’integrazione di tecnologia smart, come rubinetteria touchless e luci regolabili, e la creazione di un ambiente spa-like con docce a pioggia e vasche idromassaggio. Questi elementi possono rendere un bagno più attraente per i potenziali acquirenti.
Ci sono diverse strategie per massimizzare lo spazio in un bagno piccolo. Ad esempio, si può optare per sanitari sospesi che liberano spazio a pavimento, o per mobili su misura che sfruttano ogni angolo disponibile. L’uso di specchi e una palette di colori chiari può inoltre aiutare a creare un senso di spaziosità.

CONCLUSIONI

La ristrutturazione bagno è un’opportunità per trasformare uno spazio funzionale in un’oasi di benessere. È un viaggio che va oltre il semplice restyling, un’avventura dove l’impossibile diventa possibile, e lo spazio obsoleto cede il passo a un ambiente moderno, funzionale e pieno di design. Dai sanitari sospesi, alle soluzioni di arredo intelligenti, ogni dettaglio è pensato per ottimizzare lo spazio e creare un’atmosfera accogliente. Ma ricorda, una ristrutturazione ben riuscita non è solo questione di bellezza, ma anche di comfort e funzionalità.

Quindi, sei pronto a trasformare il tuo bagno in una meraviglia accessibile? Siamo qui per guidarti in ogni passo, per evitare gli errori comuni e per aiutarti a creare il bagno dei tuoi sogni.

Se è necessaria una soluzione personalizzata, prenditi il tempo di fare una ricerca sulle recensioni e scegli un professionista come Angelo Pozzoli Architetto, che ha anni di esperienza nell’aiutare i proprietari di casa a prendere decisioni riguardo l’arredamento di interni.

Visita il nostro sito e scopri tutti i progetti realizzati…  


STUDIO ANGELO POZZOLI ARCHITETTO

Ambienti visionari a portata di mano: superiamo ostacoli materici e strutturali di spazi esistenti. Progettazione e ristrutturazioni di ville ed appartamenti per committenze private nazionali e internazionali, ma anche di spazi pubblici e uffici, edifici e aree verdi: arredo cucina, arredo bagno, arredo soggiorno, arredo camera da letto, progettazione scale, Rendering 3d, Colori di design e molto altro…

CONCRETIZZA LA TUA IDEA DI BENESSERE

Un linguaggio architettonico che si ispira a parametri connessi alla tecnologia e alla qualità d’insieme, da Interior Creator il lavoro dell’architetto Angelo Pozzoli e dei suoi collaboratori si concentra sul dettaglio e sull’uso dei materiali, con attenzione alla sostenibilità.

Il tutto esaltando, nella creazione di ogni spazio della casa,  l’eccellenza di prodotti e fornitori. Ogni aspetto viene anticipato da una ricerca approfondita per scegliere il meglio e scartare il superfluo.

Il nostro team comprende solo i migliori decoratori e interior designer del settore. Ci assumiamo la responsabilità di ogni scelta. Nulla è banale, tutto è motivato da un gusto estetico ben allenato.

Angelo Pozzoli architetto interior design

SEGUIMI SUI SOCIAL

Architetto Angelo Pozzoli
angelo pozzoli architetto
Angelo Pozzoli

Nasce a Cesano Maderno (Milano) nel 1961 in una famiglia di artigiani mobilieri, dopo aver conseguito il diploma all’istituto tecnico per geometri S. Elia di Cantù, frequenta la facoltà di architettura presso il politecnico di Milano. Durante gli anni dell’università lavora presso l’azienda di famiglia e contemporaneamente avvia il primo studio di “interior design” nel 1982 in società con l’architetto Maurilio Vaghi. Si laurea nel 1986 con una tesi in ambito nautico in collaborazione con il cantiere “Airon Marine” del lago di Como. Il periodo Universitario ha rappresentato una tappa importante per la sua formazione avendo la possibilità di frequentare le lezioni dei maestri del tempo come Achille Castiglioni, Marco Zanuso e Tomas Maldonado.