Bagno in camera: una soluzione pratica e di tendenza

Dopo aver parlato della scelta della pavimentazione perfetta, parliamo del bagno in camera, diventato un vero e proprio trend nell’interior design. Non solo offre comfort e praticità, ma aggiunge anche un tocco di lusso alla tua stanza da letto. Ma come si può integrare questa soluzione nel miglior modo possibile? E quali sono i fattori da considerare durante la pianificazione? In questo articolo, esploreremo le varie opzioni disponibili per creare un bagno in camera che sia funzionale e alla moda. Discuteremo di layout, di scelta dei materiali, di illuminazione e molto altro.

Che tu stia ristrutturando o progettando una nuova casa, queste idee ti aiuteranno a realizzare il bagno in camera dei tuoi sogni.

Bagno in camera: eleganza e funzionalità 

L’idea di una camera da letto principale con bagno incorporato spesso evoca immagini di soggiorni in boutique hotel di lusso e case vacanza esclusive. Tuttavia, questa caratteristica di design sta diventando sempre più popolare per le camere da letto principali nelle abitazioni domestiche. Questa tendenza sfuma i confini tradizionali tra camera da letto e bagno privato, creando non solo un punto focale visivamente interessante, ma anche un’atmosfera di eleganza decadente e indulgenza.

Sebbene non sia adatto a tutti, se lo spazio e la praticità lo consentono, un bagno in camera può aggiungere un tocco unico alla tua camera da letto principale, rendendola più rilassante e lussuosa.

Cosa si intende per bagno privato

Un bagno in camera, noto anche come “en suite“, è un bagno direttamente collegato a una camera da letto, accessibile esclusivamente da quella stanza e non da altre aree dell’abitazione, garantendo così un elevato livello di privacy. Il termine “en suite” deriva dal francese e suggerisce l’idea di unire due spazi per formare una suite. Nel contesto del settore immobiliare contemporaneo, si riferisce generalmente a un bagno che confina con una camera da letto, in particolare la camera da letto principale. 

Continua a leggere per approfondire le peculiarità di questo spazio, i suoi vantaggi, svantaggi e le caratteristiche tipiche.

Bagno en-suite: caratteristiche distintive

I bagni privati, noti per la loro varietà in termini di dimensioni, comfort e gradi di lusso, hanno guadagnato popolarità nel corso degli ultimi decenni. Progettati principalmente come estensione della camera da letto principale, possono essere inclusi anche in altre stanze, a seconda delle dimensioni dell’abitazione.

In genere, un bagno privato:

  • È il più spazioso della casa.
  • Include più di un lavabo.
  • Offre una toilette in uno spazio separato.
  • Dispone spesso sia di una doccia che di una vasca, che può essere indipendente, una vasca idromassaggio o una vasca con idromassaggio, a seconda del livello di lusso dell’abitazione.

Il design di un bagno privato solitamente segue la stessa linea stilistica e cromatica della camera da letto a cui è collegato. Quindi, se la camera presenta una palette di colori caldi, tonalità di legno accoglienti e metalli caldi, replicare questi elementi nel bagno privato crea un’armonia visiva che rafforza la connessione tra i due spazi, rendendo l’ambiente più unito e attentamente progettato.

bagno in camera

Nella nostra ristrutturazione dell’appartamento con vista Lago di Como, al bagno è stata dedicata molta attenzione e il progetto architettonico ha saputo restituire un locale molto originale in cui è evidente come l’intervento di un Architetto competente e preparato nella progettazione d’interni e ristrutturazione appartamento, ha fatto la differenza. Nelle immagini si nota come il bagno sia stato “inserito” con sapienza architettonica nella camera padronale, dalla quale si gode la vista della vasca freestanding e del lavabo. La porta che separa i due ambienti è realizzata con un vetro riflettente, che ha la peculiarità di specchiare quando l’intensità della luce interna del bagno è più bassa rispetto a quella della camera da letto, permettendo invece la visione quando la luce del bagno è accesa. Il mobile bagno è realizzato in pietra e legno sempre su disegno dell’architetto Angelo Pozzoli.

I pro e i contro di avere un bagno en-suite

Avere un bagno in camera offre numerosi vantaggi, tra cui privacy, comfort e praticità. In una casa con molte persone, significa non dover condividere il bagno con tutti. Quando si ospitano visitatori, non è necessario liberare lo spazio della toeletta dai propri prodotti per la cura della pelle per fare posto agli articoli da bagno dei visitatori. Avere un bagno privato è anche un grande risparmio di tempo: non c’è bisogno di aspettare il proprio turno per fare la doccia e, essendo direttamente collegato alla camera da letto, facilita l’accesso all’armadio e rende il processo di vestirsi e prepararsi più semplice e veloce.

bagno in camera

Il comfort e la comodità di un bagno privato sono particolarmente apprezzati durante la notte, in quanto non è necessario attraversare le aree comuni della casa per raggiungere il bagno. Questo non solo minimizza le interruzioni del sonno, ma evita anche di dover camminare lungo un corridoio buio e riduce la probabilità di disturbare gli altri che dormono. Tuttavia, ci sono alcuni svantaggi legati a un bagno privato. Il più rilevante riguarda le case in cui il bagno privato è l’unico bagno disponibile. Questa situazione, sebbene rara, può verificarsi in proprietà più vecchie, in particolare in appartamenti o condomini. In tali casi, la privacy degli occupanti della camera da letto può essere compromessa, poiché gli ospiti e gli altri abitanti della casa devono attraversare la camera da letto per accedere al bagno.

 Bagno in camera e non 

Quando si tratta di progettare o acquistare una casa, la disposizione e le caratteristiche dei bagni sono aspetti fondamentali da considerare. Tra i vari tipi di bagni, due categorie emergono per la loro frequente presenza nelle abitazioni: il bagno privato e il bagno non privato.

Un bagno privato offre una serie di vantaggi distintivi:

  • È direttamente collegato a una camera da letto, rendendolo accessibile unicamente da essa.
  • Aggiunge un notevole valore alla casa, pur non essendo sempre considerato una caratteristica standard.
  • Fornisce un alto livello di privacy.
  • Tende ad avere un lavabo più grande o più lavabi, oltre a offrire sia una vasca che una doccia.
  • La toilette può essere racchiusa in uno spazio separato, garantendo ulteriore privacy.

Al contrario, un bagno non privato presenta delle peculiarità differenti:

  • Non è collegato a una singola stanza, ma si trova spesso vicino a un corridoio o a uno spazio aperto.
  • È accessibile dalle aree comuni della casa.
  • È una caratteristica standard nelle abitazioni.
  • Non offre lo stesso livello di privacy di un bagno privato, dato che vi si accede dalle aree comuni.
  • Di solito, offre una combinazione vasca/doccia.
  • La toilette non è generalmente racchiusa in un proprio spazio.

Capire le differenze tra questi due tipi di bagni può aiutarti a fare la scelta giusta per le tue esigenze, sia che tu stia progettando una nuova casa o rinnovando quella esistente.

Progettazione bagno privato

Trucchi per far sembrare più grande il tuo bagno privato

Creare un bagno in camera che sia funzionale e piacevole alla vista può essere una sfida, soprattutto quando lo spazio è limitato. Ecco alcuni consigli per progettare il bagno privato e trucchi per farlo sembrare più grande.

Un primo punto da considerare riguarda l’utilizzo del vetro. Pareti solide possono rendere un piccolo bagno claustrofobico, mentre il vetro può aprire lo spazio e lasciare entrare la luce. Nonostante alcune preoccupazioni sulla privacy, le tendenze nell’arredamento dei bagni stanno cambiando, e i vasi da notte e le finestre sempre aperte stanno diventando cosa del passato. Ma non temere: una scatola di vetro può garantire un’esperienza molto più civile e privata.

bagno in camera

Se il problema principale è la mancanza di luce naturale, i faretti da incasso possono essere una soluzione efficace. Ricorda, però, che i lavori elettrici nel bagno devono essere eseguiti da un elettricista qualificato. Inoltre, se l’illuminazione non è sufficiente, l’uso di superfici riflettenti, come pavimenti lucidi, specchi o coperture per finestre, può contribuire a rimbalzare la luce nella stanza.

La scelta delle piastrelle giuste può anch’essa fare la differenza. Le piastrelle di colore chiaro o molto piccole, come i mosaici, possono dare l’illusione di uno spazio più grande. Al contrario, le piastrelle di medie dimensioni e di colori scuri tendono a rendere lo spazio più piccolo.
Infine, un altro trucco consiste nell’eliminare il piatto doccia e piastrellare il pavimento con una pendenza tale da consentire all’acqua di defluire, creando così uno stile “stanza umida”. Questa soluzione permette di non suddividere la superficie del pavimento con differenti materiali, facendo sembrare il bagno privato più grande e fluido.

Ottenere il layout giusto


Progettare un bagno en suite, in particolare se lo spazio è ridotto, può rappresentare una sfida nel campo del miglioramento della casa. Sebbene posare delle piastrelle o sostituire un box doccia possano sembrare operazioni semplici, c’è molto di più da considerare quando si tratta di bagni: non devono solo essere esteticamente gradevoli, ma anche funzionali e pratici. Ecco perché la progettazione del layout e la scelta della suite giusta diventano elementi cruciali.

Qualunque siano i tuoi desideri, siano essi una vasca idromassaggio angolare o una cabina doccia walk-in, è fondamentale progettare un bagno che sfrutti al meglio lo spazio disponibile. Idealmente, se stai creando un nuovo bagno privato, vorresti trovare una soluzione che non comporti il sacrificio di una camera da letto, poiché ciò potrebbe deprezzare il valore della tua proprietà. Un esempio perfetto è il bagno lungo e stretto: funziona perché viene progettato tenendo in mente lo spazio, utilizzandolo come una caratteristica positiva piuttosto che come un compromesso. 

Le soluzioni migliori non sono sempre le più ovvie o convenzionali, ed è qui che l’esperienza di uno specialista del bagno può fare la differenza.

Oggi, la cabina doccia walk-in sta diventando la nuova alternativa alla stanza umida: ha un aspetto fantastico, è facile da pulire, ma potrebbe compromettere la privacy. Ricorda, la chiave per un bagno perfetto risiede in una progettazione attenta e nelle scelte giuste.

Cose da considerare

Progettare il bagno in camera perfetto richiede un’attenta pianificazione e considerazione di vari elementi. Prima di tutto, è fondamentale assicurarsi che vi sia un facile accesso all’approvvigionamento idrico e allo scarico. Posizionare un bagno privato sopra un altro bagno esistente può semplificare l’accesso e rendere il progetto più economico. Inoltre, è essenziale chiedersi se la tua caldaia sia in grado di gestire l’aggiunta di un ulteriore bagno. Un’alternativa potrebbe essere l’installazione di una caldaia combinata al posto di un bollitore, liberando così spazio prezioso.

bagno in camera

Considera attentamente anche dove posizionare le tubazioni e l’impianto elettrico. Sebbene non desideri vedere tubature sporgenti in uno spazio piccolo, ricorda che nasconderle potrebbe comportare la perdita di spazio utile nella stanza. Se stai rinnovando un bagno in camera esistente, potresti risparmiare denaro mantenendo lo stesso layout. Questo rende l’intero processo molto più semplice poiché non dovrai modificare l’impianto idraulico esistente.

Un aspetto cruciale da non dimenticare è la ventilazione e l’isolamento. Assicurati che ci sia un’adeguata circolazione d’aria per prevenire la formazione di muffe e mantenere l’ambiente confortevole. Isolare le pareti esterne può aiutare a mantenere la stanza calda, soprattutto durante i mesi invernali. Infine, sfrutta il bagno privato come un’opportunità per esprimere la tua creatività. A differenza del soggiorno o della sala da pranzo, qui puoi sperimentare con colori vivaci e materiali insoliti. Non esitare a pensare in grande: questo è uno spazio dove puoi davvero dare libero sfogo alla tua immaginazione!

Come scegliere wc e lavabo bagno privato

Ogni bagno privato necessita di alcuni elementi fondamentali, tra cui il WC e il lavabo. Se stai cercando di risparmiare spazio, potresti considerare l’installazione di una cabina doccia angolare. È importante sfruttare ogni centimetro disponibile, evitare spazi morti e creare un flusso armonioso tra la camera da letto principale e il bagno privato.

I WC sospesi rappresentano una soluzione versatile per un piccolo bagno privato. Poiché sono montati a parete, liberano spazio sul pavimento, creando l’illusione di una stanza più grande. Per completare il look, scegli un mobile lavabo coordinato, un portasciugamani e un lavabo su colonna che contribuiscano all’armonia complessiva del design. La scelta dei colori giusti, come le piastrelle bianche o di marmo, può fare miracoli in ambienti ristretti. 

Inoltre, i mobili lavabo combinati, che includono sia un lavabo che uno spazio di archiviazione, possono fare la differenza. Quando si tratta di progettare un piccolo bagno privato, è essenziale pensare attentamente a ogni dettaglio, e la scelta del mobile lavabo giusto può essere di grande aiuto in questo senso.

Vasca da bagno o doccia?

La decisione tra installare una vasca da bagno o una doccia in un bagno in camera può essere influenzata da vari fattori, tra cui la forma della stanza e lo spazio disponibile. Per stanze di forma irregolare o spazi compatti, l’adozione di soluzioni intelligenti e design salvaspazio, come le cabine doccia quadranti, i soffioni a soffitto, i lavandini e i gabinetti angolari e i sanitari a proiezione corta, può essere essenziale.

bagno in camera

Se hai già una vasca nel bagno di famiglia, potresti prendere in considerazione l’installazione di una lussuosa cabina doccia a pioggia per il tuo bagno privato. Se invece desideri davvero una vasca, non perdere la speranza: potrebbe esserci un modo per realizzare il tuo sogno anche se la stanza è abbastanza grande solo per una doccia.
Un’altra soluzione potrebbe essere l’installazione di una vasca da bagno indipendente nella camera da letto. È importante, tuttavia, assicurarsi che ci sia una ventilazione adeguata e che sia installato un pavimento a prova di schizzi intorno alla vasca per evitare problemi di umidità e danni causati dall’acqua.

L’innovazione digitale nel tuo bagno

L’avvento della tecnologia digitale ha rivoluzionato anche l’ambiente del bagno, rendendo la tua routine quotidiana più comoda e personalizzabile. Le docce digitali, ad esempio, sono dotate di telecomando che ti consente di avviare l’acqua secondo le tue preferenze preimpostate, direttamente dal comfort del tuo letto. I rubinetti per doccia a pulsante sono particolarmente utili nei bagni degli ospiti, grazie alla loro facilità d’uso.
Inoltre, gli armadi multiuso a specchio, arricchiti da illuminazione a LED nascosta e prese di ricarica integrate, possono aggiungere un tocco di lusso hi-tech al tuo bagno. Alcuni modelli offrono addirittura la connettività Bluetooth e altoparlanti integrati, trasformando il tuo bagno in un vero e proprio centro benessere tecnologico.

Con queste innovazioni, il tuo bagno non sarà solo un luogo di funzione, ma anche di comfort e relax.


Il legno è così morbido che mentre lo sfiora ha l’impressione che ricambi la sua carezza.

Nadeem Aslam

Gli esperti dello Studio Angelo Pozzoli Architetto rispondono


La ristrutturazione del bagno è un’opportunità eccellente per creare uno spazio che non solo risponde alle tue esigenze quotidiane, ma che riflette anche il tuo stile personale. Prima di tutto, ti consigliamo di considerare la disposizione del tuo bagno. Le soluzioni salvaspazio, come i lavandini e i gabinetti angolari o le docce a pavimento, possono essere molto utili in bagni di dimensioni ridotte.

Per quanto riguarda l‘integrazione del design del bagno con il resto della casa, ti suggeriamo di mantenere una coerenza stilistica. Ad esempio, se la tua casa ha un design moderno, potresti optare per un look minimalista con colori neutri e linee pulite. Se invece prediligi uno stile più classico, potresti scegliere finiture in legno e rubinetteria vintage.

Infine, non dimenticare l’importanza dell’illuminazione. Un’illuminazione adeguata può rendere il tuo bagno in camera più accogliente e funzionale. Considera l’uso di luci a LED nascoste per un effetto sofisticato e moderno.

Innanzitutto, dovrai assicurarti che la stanza abbia una ventilazione adeguata per prevenire la formazione di umidità e muffa. Inoltre, ti consigliamo di installare un pavimento a prova di schizzi intorno alla vasca per evitare danni causati dall’acqua.

In termini di design, la vasca dovrebbe integrarsi armoniosamente con l’estetica della tua camera da letto. Potresti considerare una vasca da bagno indipendente per un look elegante e moderno. Ricorda, il tuo comfort è la priorità, quindi scegli una vasca che sia confortevole e invitante per te.


La creazione di un bagno in camera è un progetto eccitante che può aggiungere un tocco di lusso alla tua casa. Prima di tutto, è fondamentale considerare la disposizione dell’area. Dovrai assicurarti che ci sia abbastanza spazio per installare comodamente i sanitari necessari senza compromettere la libertà di movimento.

Un altro aspetto importante è la privacy. Potrebbe essere necessario installare delle tende o delle porte scorrevoli per separare il bagno dal resto della camera da letto. Inoltre, dovresti considerare attentamente l’illuminazione. Un’illuminazione adeguata è essenziale in un bagno, ma dovresti anche cercare di creare un’atmosfera rilassante. Potresti considerare l’uso di luci dimmerabili o l’installazione di una finestra per sfruttare la luce naturale.

Infine, è cruciale che il design del bagno si integri armoniosamente con lo stile della tua camera da letto. Seleziona colori e materiali che si abbinino bene con l’arredamento esistente per creare un look coordinato e coerente.



L’incorporazione della tecnologia nel tuo bagno in camera può trasformarlo in un vero e proprio spazio di benessere. Un’opzione popolare sono le docce digitali, che ti permettono di preimpostare la temperatura e il flusso dell’acqua per una doccia personalizzata.

Un’altra opzione innovativa è l’installazione di un WC giapponese, che offre funzioni come il bidet integrato e il sedile riscaldato. Questi tocchi hi-tech possono non solo aggiungere un senso di lusso al tuo bagno, ma anche migliorare la tua routine quotidiana.




CONCLUSIONI

In conclusione, un bagno in camera può essere una soluzione pratica e di tendenza per chi desidera aggiungere un tocco di lusso alla propria routine quotidiana. Che tu stia cercando di creare un’oasi di relax personale o di aumentare la funzionalità del tuo spazio, un bagno in camera può fornirti la comodità e l’eleganza che desideri. Con una pianificazione accurata, l’uso di tecnologie innovative e un design attentamente studiato, il tuo bagno in camera può diventare un punto di forza della tua casa, unendo perfettamente stile, comfort e praticità.

Ricorda, la tua casa è il tuo rifugio, quindi merita di essere curata nei minimi dettagli per rispecchiare al meglio le tue esigenze e i tuoi gusti.

Se è necessaria una soluzione personalizzata, prenditi il tempo di fare una ricerca sulle recensioni e scegli un professionista come Angelo Pozzoli Architetto, che ha anni di esperienza nell’aiutare i proprietari di casa a prendere decisioni riguardo l’arredamento di interni.

Visita il nostro sito e scopri tutti i progetti realizzati…  


STUDIO ANGELO POZZOLI ARCHITETTO

Ambienti visionari a portata di mano: superiamo ostacoli materici e strutturali di spazi esistenti. Progettazione e ristrutturazioni di ville ed appartamenti per committenze private nazionali e internazionali, ma anche di spazi pubblici e uffici, edifici e aree verdi: arredo cucina, arredo bagno, arredo soggiorno, arredo camera da letto, progettazione scale, Rendering 3d, Colori di design e molto altro…

CONCRETIZZA LA TUA IDEA DI BENESSERE

Un linguaggio architettonico che si ispira a parametri connessi alla tecnologia e alla qualità d’insieme, da Interior Creator il lavoro dell’architetto Angelo Pozzoli e dei suoi collaboratori si concentra sul dettaglio e sull’uso dei materiali, con attenzione alla sostenibilità.

Il tutto esaltando, nella creazione di ogni spazio della casa,  l’eccellenza di prodotti e fornitori. Ogni aspetto viene anticipato da una ricerca approfondita per scegliere il meglio e scartare il superfluo.

Il nostro team comprende solo i migliori decoratori e interior designer del settore. Ci assumiamo la responsabilità di ogni scelta. Nulla è banale, tutto è motivato da un gusto estetico ben allenato.

Angelo Pozzoli architetto interior design

SEGUIMI SUI SOCIAL

Architetto Angelo Pozzoli
angelo pozzoli architetto
Angelo Pozzoli

Nasce a Cesano Maderno (Milano) nel 1961 in una famiglia di artigiani mobilieri, dopo aver conseguito il diploma all’istituto tecnico per geometri S. Elia di Cantù, frequenta la facoltà di architettura presso il politecnico di Milano. Durante gli anni dell’università lavora presso l’azienda di famiglia e contemporaneamente avvia il primo studio di “interior design” nel 1982 in società con l’architetto Maurilio Vaghi. Si laurea nel 1986 con una tesi in ambito nautico in collaborazione con il cantiere “Airon Marine” del lago di Como. Il periodo Universitario ha rappresentato una tappa importante per la sua formazione avendo la possibilità di frequentare le lezioni dei maestri del tempo come Achille Castiglioni, Marco Zanuso e Tomas Maldonado.