TL

VILLA UNIFAMILIARE – LUGANO (CH) – 2012 Progetto : arch. Angelo Pozzoli arch. Marco Sangiorgio La costruzione si situa in territorio collinare, sopra la Città di Lugano, con splendida vista verso il lago e le montagne che all’orizzonte caratterizzano il paesaggio.

Il terreno è orientato a sud-est, con media pendenza; a monte troviamo la strada di accesso.

L’analisi della situazione ha determinato la scelta di operare con un edificio ad angolo; da un lato si è voluto creare, parallelamente alla strada di accesso, un edificio minimalista in cemento armato “faccia vista”, dall’altro un edificio a cannocchiale, perpendicolare al primo e ad esso innescato.

L’angolo fra questi due corpi distinti determina la tensione progettuale caratteristica dell’opera; i muri in cemento armato del primo edificio scompaiono nel secondo e riappaiono al lato opposto della costruzione; i muri in pietra naturale del secondo edificio entrano all’interno del primo come a ribadire con forza questa volontà di resistenza della pietra.

L’incastro fra questi due elementi é chiaro, netto e immediatamente riconoscibile, ma non banale, bensì estremamente curato in tutti i particolari costruttivi sia all’esterno che all’interno dell’edificio, attraverso l’esecuzione di tagli utilizzando i serramenti, le opere in vetro, gli elementi di arredo, l’illuminazione.

Dall’incrocio di questi due edifici nasce quindi una costruzione ad angolo, la quale verso il fronte più pregiato va a formare un terrazzo, posto sopra la zona piscina e SPA, aprendosi ulteriormente al piano inferiore verso l’ampio terreno antistante.la semplicità del disegno architettonico da cui siamo partiti ha ispirato l’utilizzo di pochissimi materiali.

In effetti tutta la villa è realizzata utilizzando solamente 3 materiali:

1)la pavimentazione risolta con Tavole di Rovere, di dimensioni 140-170x 1200-1800 x 16 mm, stratificate con finitura ad olii e cere e taglio sega, caratterizzate da fumigazione ammoniacale e da evidenti tracce di usura al fine di conferire al prodotto un effetto “vissuto”.

2)le superfici verticali realizzati in “pastina a base di cementi finissimi, granulati minerali, cellulose e ossidi coloranti naturali, che compongono la pasta di cemento che, oltre ad essere raffinato, è molto resistente e facile da pulire, questo grazie al trattamento effettuato con resine protettive.

3) la pietra: tutti i dettagli architettonici più significativi sono realizzati in “pietra serena extraforte”utilizzata con finiture diverse;la realizzazione della piscina, del camino , delle pareti dei bagni e dei fondali della zona living è stata utilizzata una finitura “morbida” come la ”sabbiata patinata” mentre per tutti i pavimenti dei terrazzi esterni la finitura scelta “bottonata” presenta un migliore grip Molto interessante la posa flottante del pavimento dei terrazzi che sono stati realizzati con doghe di pietra montati a casellario di spessore cm.

4) appoggiata su piedini regolabili.questa scelta di posa ci ha consentito di avere allineamento tra il pavimento dell’interno con il pavimento dell’esterno. la scala è l’elemento forse più importante e suggestivo della villa!!!

Realizzata interamente in opera in cemento e cartongesso rifinito con “pastina di cemento nero”unisce i 3 livelli abitativi sviluppandosi in una zona a “tutta altezza” si tratta di una scala a “chocciola” autoportante di diametro cm.300 per un’altezza di circa 10mt

Share on facebook
Share on twitter
Share on linkedin
Share on pinterest
Share on whatsapp
Share on telegram
Share on skype
Share on email